Le parole, a volte, possono fare male

I luoghi comuni ancora di più. Siamo stanchi dell’odio che imperversa indisturbato online ormai da troppo tempo, e pensiamo sia arrivato il momento di contribuire a mettere fine a questo fenomeno. L’unico strumento che abbiamo per farlo è la comunicazione. Solo raccontando e valorizzando, infatti, quello che siamo, incluse le nostre debolezze, le nostre imperfezioni, le nostre diversità, possiamo finalmente essere noi stessi e vivere appieno la nostra esistenza qualunque essa sia. Senza paura del giudizio degli altri.

The Period nasce con questo obiettivo: dare voce a tutte quelle storie che non trovano spazio nella cultura mainstream. Storie di ogni genere. Raccontate senza peli sulla lingua, senza imbarazzi, senza se e senza ma. Scritte non per i motori di ricerca ma per te. Testimonianze di persone comuni che sono riuscite a metter fine a un ciclo, a un circolo vizioso di malessere per darne vita a un altro fatto di soddisfazione e di una rinnovata consapevolezza.

Un progetto di empowering femminile e gender mainstreaming che vuole abbattere il muro dei pregiudizi e far sentire ognuno di noi davvero speciale.

I nostri obiettivi

Raccontare

Storie coraggiose, di persone comuni, che sono riuscite a cambiare il corso delle cose e ritrovare se stesse.

Capire

Cercare di fare luce su aspetti solitamente esclusi dalla comunicazione mainstream e che spesso, per questo motivo, diventano oggetto di luoghi comuni e di odio.

Condividere

Raccontaci la tua storia: amore, vita, lavoro, relazioni, malattia. Se pensi che possa essere fonte di ispirazione per chi la legge, sentiti libero di inviarcela anche in forma anonima.

Vuoi conoscere meglio il nostro progetto?

Le storie che ti raccontiamo non sono fiabe. Ma vorremmo che lo diventassero. E che ti permettessero di essere talmente a tuo agio con te stess* da sentirti ogni giorno una persona speciale, come una principessa.

Sappiamo, però, che realizzare questo obiettivo non è affatto semplice. Dobbiamo essere in grado di contrastare ogni forma di odio e di discriminazione e promuovere un modello di benessere diverso, capace di valorizzare ognuno di noi per quello che siamo.

Senza se e senza ma. Perché quando parliamo di noi stessi non possiamo e non dobbiamo accettare compromessi.

Leggi il nostro manifesto

Dai una sbirciata alle nostre storie

L’ufficio è morto. Facciamocene una ragione.

#StorieDaCoronare: la quarantena al tempo del CoronaVirus

La seconda ondata coronavirus
Giorno 10: seconde ondate.
quarantena coronavirus
Giorno 9: casa è
Giorno 8: no congiunto, no party

Reportage - I luoghi che ispirano emozioni inaspettate

Storie personali: senza se, senza ma

Un progetto di

Davide Sassarini

I social media sono la mia passione e il mio lavoro. Ho creato .thePeriodMagazine perché credo nel diritto inalienabile di chiunque di essere se stesso senza essere vittima di odio e di pregiudizi.

Valeria Molfino

Digital content manager per lavoro, blogger da sempre. Amo osservare e descrivere persone e relazioni cogliendone le sottili connessioni e le sfumature più nascoste.