Stai leggendo
Come lasciare una relazione tossica nel 2019

Come lasciare una relazione tossica nel 2019

  • A fine anno è quasi impossibile non fare bilanci, per questa ragione ho passato gli ultimi giorni a buttare via tutto quello che non mi serve più: cosmetici che non utilizzavo da tempo, vestiti mummificati nel mio armadio o persone che non voglio più sentire e che ho bloccato senza alcuna pietà sui social e su Whatsapp.

Passi le tue giornate a inoltrare alla tua migliore amica gli screenshot delle conversazioni con il ragazzo con cui ti vedi? Lo pensi per intere serate studiando strategie in stile Risiko per risolvere i problemi del vostro rapporto? Forse è il caso di iniziare a pensare a come lasciare la tua relazione tossica nel vecchio anno!

A fine anno è quasi impossibile non fare bilanci, per questa ragione ho passato gli ultimi giorni a buttare via tutto quello che non mi serve più: cosmetici che non utilizzavo da tempo, vestiti mummificati nel mio armadio o persone che non voglio più sentire e che ho bloccato senza alcuna pietà sui social e su Whatsapp. Sono profondamente convinta che il Capodanno possa essere un ottimo momento per lasciare andare qualcosa che non ci serve più o ci fa stare male.

Ecco quindi qualche utile consiglio su come lasciare una relazione tossica nel vecchio anno per trovarne una più soddisfacente e più sana nel nuovo!

Cerca di comprendere se sei in un una relazione tossica

Il primo faticoso step è quello di comprendere lo stato di salute della tua relazione. Può sembrare scontato ma molte volte, soprattutto se ci si trova in una situazione di dipendenza affettiva è molto difficile capire che affrontare la fine di un rapporto potrebbe essere il primo doloroso passo per stare meglio.

Non è semplice pronunciare affermazioni come “Non lo amo più”, “Non sono più felice da tempo”, molto più facile è trovarsi in loop mentali del tipo “Non sto bene ma con lui supereremo questa fase che però dura da tantissimo” o “Non sono più felice però è un bravo ragazzo e ieri sera siamo stati bene ma oggi no”.
A volte porre fine a una relazione ci da la sensazione di doverci disintossicare da una droga, ma nel caso di un rapporto tossico, prendere in mano la nostra vita, può essere l’unica speranza che abbiamo per liberarci da ansia e angoscia.

Per prendere consapevolezza della situazione in cui ci troviamo, può essere utile mettere tutto nero su bianco facendo una lista di pro e contro del tipo:

– momento in cui sono stat* più felice
– momento in cui sono stat* più triste
– numero di volte in cui mi sono sentit* angosciat* 

Se i momenti negativi superano quelli positivi probabilmente vorrai strappare quell’elenco ma sarà difficile ignorarlo completamente; ricorda che in fondo la cartina di tornasole della nostra situazione mentale è sempre la sensazione di equilibrio che proviamo e che quando ci troviamo in una relazione tossica è fortemente sbilanciata.

Non perdere di vista l’obiettivo che vuoi raggiungere

Desideri fortemente una vita di coppia stabile ma ti vedi da mesi con un ragazzo che compare e scompare a suo piacimento? Vorresti avere a fianco qualcuno con cui condividere la tua vita ma il tuo ragazzo risponde a malapena a monosillabi ai tuoi poemi via WhatsApp? È vero, siamo i migliori sabotatori di noi stessi ma forse è il caso di iniziare a smettere di perdere tempo e lavorare per ottenere davvero ciò che vogliamo.

Molto spesso accettiamo qualsiasi ragazzo e qualsiasi comportamento pur di non fare quel salto nel vuoto, di affrontare quel momento in cui non sappiamo cosa ci riserverà il futuro, ma trovarci in una relazione sbagliata o tossica ci fornisce un’unica certezza: quella di essere nel punto più distante da ciò che desideriamo, remando peraltro nella direzione opposta a ciò che potrebbe renderci felici e soddisfatti.

leggi anche

Evita gli strascichi

Una volta che avrai preso consapevolezza del fatto che la tua relazione non ti fa stare bene e che non ti trovi sentimentalmente dove vorresti essere è il momento di fare “pulizia”. Una volta che avrai posto termine alla tua relazione, lasciala completamente alle tue spalle.
Se ti può essere utile elabora un rituale di “addio”, ad esempio scrivi tutto quello che desideresti dire in una lettera per poi bruciarla. Puoi ripetere questo gesto quante più volte ne sentirai la necessità.

Se può aiutarti elimina o blocca dai tuoi canali social il tuo ex per non cadere nella tentazione di postare contenuti affinché lui possa vederli (si tratta comunque di un modo per comunicare con lui) ed evita qualsiasi forma di contatto diretto o indiretto tramite amici.

Fai nuove esperienze

Lasciare andare richiede una grandissima forza d’animo e farlo è un percorso in salita che comporterà, almeno in un primo momento, molto dolore. Ma esiste un antidoto molto potente, anche se temporaneo, alla sofferenza. Fare cose nuove fornisce al nostro cervello la giusta dose di dopamina utile a contrastare la mancanza della persona che vogliamo dimenticare e l’anno nuovo è il momento perfetto per iniziare nuove attività! Interrogati quindi su cosa ti piacerebbe fare: iscriverti a un nuovo corso in palestra, frequentare ambienti diversi ad esempio scegliendo un cineforum o un club del libro radical chic, ti aiuterà a non ricordare per alcune ore il tuo dolore, ti farà conoscere nuove persone e porterà nuovi input al tuo cervello.

Abbi fede

Spesso, quello che ci spaventa di più – e non soltanto nel caso in cui abbiamo deciso di abbandonare una relazione tossica – è il non sapere ciò a cui andiamo incontro.
Poco tempo fa un’amica mi ha detto “Penseresti ancora a lui se avessi la certezza assoluta che tra un mese incontrerai un ragazzo che ti farà stare veramente bene?”. Alla domanda non ho neppure risposto perché la risposta stessa era scontata, ma avere fede nel futuro è una cosa difficilissima soprattutto per i control-freak come me.
Anche nei momenti più difficili pensa però a quanti cambiamenti sono avvenuti anche quando ti sentivi bloccat*. Guardati indietro quindi, ripensa a un arco di tempo che hai vissuto e rifletti a quante cose sono accadute e quanti cambiamenti sono avvenuti, perché saranno gli stessi che potranno succedere anche ora che vedi il futuro come una strada in salita.

Nonostante tutti i precedenti e numerosi consigli e sebbene la nostra salute mentale dipenda quasi sempre da noi e dalle nostre scelte, lasciare andare una relazione tossica non è un percorso lineare né tantomeno semplice. Se ti sembra di non avere forze a sufficienza o se pensi che ciò che vorresti fare sia più grande di te, c’è qualcosa di davvero utile che puoi iniziare nel nuovo anno: un percorso di psicoterapia che non soltanto potrà aiutarti a lasciare ciò che di tossico c’è nella tua vita, ma che potrà portarti in un viaggio avvincente e spesso inaspettato: quello alla scoperta di te stess*.

Come ti ha fatto sentire questo articolo?
Arrabbiat*
0
Eccitat*
0
Felice
0
Incuriosit*
0
Innamorat*
0
Liber*
0
Leggi i commenti

Scrivi un commento

Your email address will not be published.

.thePeriod è un progetto di empowerment femminile e gender mainstreaming creato da Valeria Molfino e Davide Sassarini